Com’è nato il progetto

La fotografia di matrimonio creativa riserva continue sorprese. Da un trash the dress al mare è nato un video visionario che vogliamo condividere con voi.
Può capitare infatti che una ragazza ligure ti contatti per un trash the dress e ti proponga di scattare l’intero servizio sugli scogli, mentre lei e il marito si tuffano in mare.
Ti accordi per farlo in un week end di giugno e tutto sembra fissato. Poi, la settimana prima dell’incontro, ti arrivano le foto di una piscina e L., la sposa, ti scrive che il piano è cambiato perché si è innamorata di una villa sulle colline liguri e vuole scattare tutto in piscina.

Come si è arrivati al light painting

Quando arrivi alla villa L. ti spiega che non vuole più distruggere il suo bellissimo Pronovias ma che ha chiesto ad un’amica stilista un abito mooolto particolare. Ovviamente tu diventi curiosissima: non ti interessano le farfalle che si posano sui cespugli di lavanda e non ti importa nulla del drink di benvenuto che stai bevendo. Tu vuoi solo scoprire com’é questo vestito perché riconosci la luce che ha L. negli occhi mentre ne parla e sai che si tratta di qualcosa di davvero speciale. E infatti l’abito é stato realizzato interamente con sacchi di plastica azzurri. Inutile descrivertelo, lo vedrai nel video. Ma credimi, é incredibile la sensazione di leggerezza ed eleganza che riesce a trasmettere.

La sarta, che ha passato buona parte della notte alzata per finirlo in tempo,  cade a pezzi sul divano.

Noi decidiamo che questa creazione merita qualcosa di speciale e programmiamo degli scatti notturni con il light painting. Ne é uscito un lavoro sensazionale, anche se non dovrei essere io a dirlo! Questo progetto ha preso gradualmente forma lavorando e parlando con gli sposi, esattamente come piace a noi!

Il risultato

trash the dress

trash the dress alternativo

Cosa ne pensi del risultato finale?! Non é incredibile?!

SalvaSalva