MENU
      T

      Torna il nostro appuntamento con i video musicali che stanno rivoluzionando in qualche modo l’immaginario classico del matrimonio.

      Questa volta vogliamo parlare di “Deadly Valentine” di Charlotte Gainsbourg, un vero e proprio inno all’amore eterno o come dice il testo del brano “from this day forward, for better, for worse, until death do us part”.

      Un amore in loop

      “This song mixes wedding vows with an offbeat tone. I wanted to express the idea of a lifetime engagement; a couple running to church, from childhood to old age, a lifetime path.”

      Per raccontare la storia di un amore che parte dall’infanzia, attraversa la giovinezza e, attraversano l’età adulta, arriva alla vecchiaia, Charlotte ha fatto recitare le sue due figlie, Alice e Joe.

      Ad interpretare lo sposo ha invece chiamato l’amico Dev Hynes, ovvero Blood Orange.

      Il video è stato girato dalla stessa Charlotte, alla quale Von Trier ha fatto da mentore, ed è un piccolo gioiello dai colori tenui e pieno di poesia.

      Il brano e il video partono dall’idea di loop e dall’amore per Giorgio Moroder, un artista straordinario che noi abbiamo visto pochi mesi fa sul palco dell’ OGR, in una serata memorabile.

      E il video richiama visivamente questo ritmo musicale, in una continua corsa con ritorni ciclici.

      Insieme in eterno

       

      Nella versione bambina, la sposa indossa una t-shirt bianca e un velo con stivali da cowgirl, mentre il bambino indossa una semplice canottiera bianca sopra a dei pantaloncini dello stesso colore e un papillon nero allentato. Lui suona il piano mentre lei dorme, poi si rincorrono fuori casa e lungo i binari di una ferrovia.

      Nella versione adolescenti indossano entrambi una t-shirt bianca e un paio di pantaloni bianche e abitano in due case affiancate. Frequentano lo stesso gruppo di amici, giocano a basket, fanno corse coi carrelli della spesa e ovviamente si cercano con lo sguardo e si frequentano timidamente. Si scattano selfie, trascorrono il tempo che passano separati pensandosi reciprocamente e corrono mano nella mano verso l’età adulta.

      Varcando un cancello simbolico si ritrovano infatti “trasformati” in Charlotte e Dev, che ballano all’esterno di alcune serre bianche. Lei indossa una maglia e delle calze in pizzo bianco, una mini gonna bianca e degli stivali della stessa tonalità. E l’immancabile velo. E’ un look semplice ed essenziale ma di grande effetto, che strizza l’occhio alla Swinging London, della quale la madre di Charlotte fu una delle protagoniste assolute. Dormono in un letto bianco circondato dalle piante, danzano fra le architetture classiche e si rincorrono nel bosco.

      In questo stesso bosco si ritrovano invecchiati, procedono con movimenti lenti ma tenendosi per mano. Ricordano la loro vita e entrano in una piccola chiesa nella quale si abbracciano e ballano.  E con loro balla tutta la loro vita, in un intreccio di sequenze terribilmente dolci e romantiche.

      Ne esce un inno alla “normalità” dell’amore, ai rapporti che crescono giorno dopo giorno e superano tutto con tenacia.

      Un video di matrimonio in loop

      Il video di ” Deadly Valentine” ha fatto nascere in noi l’idea di un montaggio in loop per i video di matrimonio. Noi troviamo sempre molto affascinante l’idea di narrare il matrimonio secondo un ordine “suggestivo” e non cronologico. Iniziare un video con le scene dei balli finali e poi ripercorrere il tuo matrimonio, ad esempio, è uno “schema” che a me piace sempre molto.

      Anche un mini trailer per un engagement potrebbe sposarsi perfettamente con questo stile. Potremmo scegliere assieme un elemento ricorrente da ripetere per dare continuità e magari creare una sorta d’attesa e mistero. Che ne pensi? Vorresti essere tu la sposa che si ispira a “Deadly Valentine”?!