Privacy Policy
MENU
Destination Wedding Photographers
/
VISIT GALLERIES & OUR WORK
GALLERY
L

La Barcelona Bridal Fashion Week 2019 si è appena conclusa e quello che è emerso con forza è la voglia di far emergere la personalità di ogni sposa. Non possiamo che condividere questa nuova ondata di femminismo e consapevolezza, che ha in Maria Grazia Chiuri una delle sue portavoce più importanti e che ha contagiato anche l’universo Bridal. 

Inmaculada Garcia

Inmaculada ha dedicato la sua collezione 2019 ad una divinità Maya: Ixchel.

Ixchel era la dea della luna e dell’universo femminile, oltre che della tessitura. E a lei Inmaculada si è rivolta per proporre dei vestiti che, ancora una volta, rompono con la tradizione pur esaltando la femminilità di ogni sposa.

La sfilata si è aperta con dei ballerini vestiti con piume e un make up tribale che danzavano davanti a dei glifi, che ricordavano le iscrizioni maya.

Il primo look è uno dei miei preferiti: una tuta in pizzo alla quale è stato sovrapposto un abito trasparente, con la linea a trapezio e dei volant sul fondo.Geniale!  Assoluta meraviglia le perle che arricchiscono l’acconciatura e impreziosiscono la mano destra. 

 

La collezione Romantica, la prima a sfilare, è moderna e non convenzionale, per una sposa che vuole essere libera e comoda senza rinunciare all’eleganza. Il mio look preferito è questo: un lavoro di sottrazione che arriva all’essenzialità dell’eleganza! 

 

 

La collezione Gold invece è dedicata alla sposa in cerca di esclusività, utilizza tessuti  preziosi e volumi maggiormente strutturati.

 

   (Foto via matrimonio.com)

 

Il finale di sfilata è sorprendente e ancora una volta geniale, con una gonna che si slaccia rivelando un vestito che fascia il corpo.

Il punto forte della collezione è l’aver concepito diversi strati per gli abiti, in modo da renderli trasformabili a seconda delle esigenze e dei momenti della giornata.

 

Secondo Traci Arden, di Cambridge, quello di Ixchel è un chiaro esempio della rivisitazione culturale moderna del mondo dei maya. Traci Arden ha esplorato questo fenomeno nel suo “Mending the past: Ix Chel and the invention of a modern pop goddess”.  Inmaculada ha contribuito a rendere meno pop Ixchel e a ridarle valore. La stilista spagnola e il suo team hanno portato la loro filosofia di lavoro in passerella: girl power! E ad Ixchel ha chiesto per tutte loro una protezione e un appoggio divino.

 

YolanCris

Ok, lo confesso, quando ho visto la moodboard di Yolanda e Cristina su Instagram ho capito subito che questa collezione mi avrebbe emozionata. L’ispirazione per la collezione viene infarti dalla Marchesa Casati, un’icona assoluta e uno dei miei feticci. Anche Yolanda e Cristina hanno dato voce alla personalità della sposa a partire dal nome della collezione: “Identity”.

Un enorme metro da sarta che fa da passerella, le forbici sospese nell’aria e le ballerine di La Veronal che danzano fra i manichini: l’inizio della sfilata sembra un set di arte e performance.

L’ispirazione alla Marchesa mi ha fatto battere il cuore e “Tinto” è uno dei modelli che mi ha letteralmente stregata. Mi ha ricordato la collezione di John Galliano per Dior nel ’98, anch’essa ispirata alla divina Marchesa.

 

   

 

Una delle idee che più ho apprezzato è la gonna “Cilantro”, con la quale si può giocare nel corso della giornata. Durante la cerimonia può essere abbinata ad un top e a scarpe eleganti, poi può trasformarsi in un look più informale. Guarda come i gioielli di YolanCris ricordano questa immagine della Marchesa!

 

 

 

 

 

 

La sfilata è un tributo all’arte del taglio e cucito: dall’alto scende un ditale e ne escono 3 modelle. Poi viene calato un cuscino con un ago che viene infilato da alcune ballerine che portano un filo luminoso. Insomma, un continuo richiamo a questo mondo. Non è un caso che anche Iolanda e Cristina abbiano evidenziato il lavoro di chi sta dietro ad un abito, perché solo grazie ad un pazientissimo lavoro di Couture possono nascere dei capi così incredibili. Il lavoro manuale che sta alla base di ogni creazione permette di personalizzare ogni vestito e di rispecchiare l’identità di ogni sposa.

Questa è una filosofia che sposiamo in pieno e che rispecchia, pur in un settore diverso, il nostro modo di lavorare. La Barcelona Bridal Fashion Week di quest’anno ci ha davvero entusiasmati! Ci è apparsa in linea con quei cambiamenti del mondo wedding dei quali parliamo continuamente su questo blog e ai quali contribuiamo!

 

(Le foto degli abiti sono presi dai siti delle stiliste.)